Di Ciaccia, Silla, 1987

Manuali pratici per le tasse e i tributi, segnalazione di Silla di Ciaccia, La notificazione degli atti tributari, Milano, IPSOA informatica, 1987, pagine 322; Agevolazioni tributarie: dizionario operativo, Milano, IPSOA informatica, 1988, pagine 231; Responsabilità e obblighi degli eredi, Milano, IPSOA informatica, 1988, pagine 206, «Rosetum», 12 (1989) pagina 24.

 

Testo della recensione

Finalmente possiamo presentare nuovissimi manuali, precisi e chiarissimi, per tutti coloro che hanno a che fare con le tasse e i tributi di vario genere. I volumi, editi dall’Istituto milanese specifico in campo economico, l’IPSOA, sono stati scritti da un indiscusso competente, tra l’altro funzionario del Superispettorato del Ministero delle Finanze: essi sono consultati come “testi” fondamentali dagli operatori del settore – notai, commercialisti, ecc. – ma servono anche a qualunque cittadino che voglia informarsi, per necessità se non per cultura, sulle varie pratiche burocratiche che, sulla materia, sia chiamato a svolgere nel proprio interesse.

Testi, tutti del dott. Silla di Ciaccia – ed avverto che è proprio il mio fratello maggiore -, sono: La notificazione degli atti tributari, Milano 1987, pp. 332; Agevolazioni tributarie, Milano 1988, pp. 231; Responsabilità e obblighi degli eredi, Milano 1988, pp. 206. Tutti i volumi hanno la seguente impostazione: esposizione degli elementi giuridici e concettuali della materia trattata, magari con una sintesi storico-giurisprudenziale; analisi particolareggiata delle questioni pratiche in materia.

Merito di questi manuali è che sono riportate anche parti dei testi legislativi attinenti, ma soprattutto che l’aggiunta di indici analitici articolati permettono al lettore di andare subito a leggere quel capitolo o quel paragrafo che interessa al suo caso, senza che egli sia costretto a laboriose indagini. Per tale motivo questi libri sono importanti per i professionisti, che vi trovano molto materiale documentario e vi attingono precise e puntuali interpretazioni giuridiche, ma risultano agevoli anche a chi, come me, è ignorante al riguardo: perché le cose vengono dette, dopo le discussioni magari erudite, con estrema concretezza sintetica.

 

 

 

 

 

Lascia una risposta

In questa Categoria